Traduzioni

Il richiamo della solitudine

Un altro pigro weekend
senza sapere se bello o brutto
una triste comunicazione
che non porta da nessuna parte, che porta all’esasperazione
così compro il giornale
per non essere in torto
e cercare di leggere qualcosa
prima che i miei occhi comincino a vedere doppio

non c’è niente di meglio che starsene qui soli
e cercare di alienarsi
prima o poi scoprirai che la fine
arriva con tutti i sogni e
tutto l’amore che sono
andati persi

Ho parlato per un po’ con il mio vecchio amico
lontano abbastanza dalla vecchia maniera
continua a parlarmi di calcio
mentre osservo un passerotto sopravvivere
ho detto no alla trattoria
ho detto no a mia madre
ho detto no al mio amore
perchè stanotte il richiamo è troppo alto

non c’è niente di meglio che starsene qui soli
e cercare di alienarsi
prima o poi scoprirai che la fine
arriva con tutti i sogni e
tutto l’amore che sono
andati persi

Hai ucciso il tuo amore

Il perdente è pronto per bruciare ancora
è parte di lui, ama perdere molti amici
non cercare di ostacolarmi
devi lasciarmi qui

Non è bello che debba vederti
parlare con un tuo amico
e scoprire che in passato lo hai baciato
non puoi aggiustarti i sentimenti
quando la bufera arriva nel weekend
voglio nuotare in un mare di nemici

Devi fare il primo passo
devo deluderti
per capire che l’hai ammazzata
hai ucciso il tuo amore

Dobbiamo farti sbagliare
per farti sentire il sangue nelle vene
bè lui dice di amarmi
ma poi mi delude
Mi piacerebbe fermare il tuo amore
per ridarti la tua anima

Lei è Rock’n’roll

C’è una donna che mi fa sentire strano
il mio sangue che corre forte nelle vene
quando la vedo con i suoi lunghi capelli scuri
la sua grande bocca rossa
mai vista donna più bella
mi piacerebbe smettere di guardarla
ma sto saltando nel letto
nel letto sconosciuto

La scorsa notte ho parlato con dei vecchi amici
ho provato a mettere la testa in aria
ma stanotte sognerò le tue mani speciali
le tue bellissime unghie, domani
ti chiamerò, non mi importa
perchè sei la cosa migliore che abbia mai avuto

C’è una donna che mi fa sentire strano
il mio sangue che corre forte nelle vene
respingimi, rigirami
fammi sentire come il tuo piccolo bambino
quando ti vedrò con i tuoi tacchi alti
saprò che i bei momenti stanno per arrivare

Voglio tornare all’inizio

26 il telefono squilla
aspettando un pò prima di rispondere
l’ambulanza fuori dalla finestra
chi sa se ce la farò

giù nella strada vicino al camion
sto andando con i miei amici
li riporterò a casa presto
perchè stanotte è la notte

Estate, luna splendente
lucciole nei miei occhi
il rumore di una moto che passa sul ponte

voglio tornare all’inizio
voglio tornare all’inizio

notte dopo notte per scegliere la migliore
anche se questa è l’ultima
bagnare questi argini con te
questo è quello che voglio sentire ancora

Estate, luna splendente
lucciole nei miei occhi
hai detto: mi piacerebbe tornare indietro
quando l’aria era tutta magica

Allora io voglio tornare all’inizio
io voglio tornare all’inizio
spero di farcela

Una canzone per un pianoforte

Voglio suonare il tuo pianoforte
Voglio cantare la tua canzone
Quanto ci vuole?

Mentre continuo a suonare la mia chitarra
Vedo brutta gente in quel bar
Così cambio traccia in questa macchina

I gabbiani volano sopra le città
Alcuni sono passati ed altri sono andati
Potrebbe essere sbagliato quando dico
Che l’amore non scorre e il tempo scivola via

Mentre continuo a camminare da solo
Aspettando un suono tutta la notte
Riesco a sentire il ghiaccio nelle mie ossa
perchè questo non è il posto al quale entrambi apparteniamo

Napoleon Hotel

Ne ho appena fatti 21
ma mi sento come un ragazzino
che non ha ancora visto il fiore
forse stavolta è il momento giusto
forse stanotte dormirò nel letto d’albergo
ce ne è voluto di tempo

Il treno segue le rotaie
e guardo attraverso la finestra
mentre il sole riempie di nuovo i campi da raccolto
è tempo di mettere la mia canzone preferita nelle orecchie
e cercare di ricordare
se gli alberi hanno le nuove foglie
perchè avevo l’amore in testa

Stavo scendendo dal treno
la stazione era affollata
ma non riuscivo a vedere nessuno
mentre i taxi aspettavano
andai a cercare la mia salvezza
ma non prima di nacondermi dietro un cespuglio
più tardi decisi di andare dentro la hall
c’era un grande cane bianco
e i quadri del cavaliere sul muro

Poi andai di sopra
e vidi la luce brillare

Busso alla porta
il mio cuore va forte
tu dissi: “vieni un pò più vicino
e prendi la mia mano”

Ne ho appena fatti 24
e ora mi sento come un ragazzino che non riesce a coltivare
è tempo di chiudere la porta
ma spero di vedere questo albergo di nuovo
anche se so che potrebbe essere sbagliato

Hanno la luce negli occhi

Lo hai visto su uno schermo o su un grande palco?
chi sa cosa cantano
chi sa il perchè
c’è chi canta per il sole
c’è chi canta per la luna
chi per tutti e due
vestono male
vivere nella sabbia
con la buona speranza in mano
con le loro brutte facce
ma buone per il Rock
io non ho avuto scelta e ho perso il mio amore

è abbastanza difficile trovare
il senso di un uomo
è così difficile trovare

Hanno la luce negli occhi
hanno un messaggio per noi
puoi vedere l’orgoglio che esce fuori

Amano bruciare i ponti
amano bruciare se stessi
c’è chi cade a terra
chi vola in cielo
ma nessuno sa che
vendono la loro vita a caro prezzo
dove sono finite le vere emozioni?
devo lottare per stare in piedi
mentre il predicatore
può continuare a parlare con  il suo amico
se riesci a vederci devi farlo
so che sono uno sconosciuto
ma tutti stanno aspettando finche’ il tempo sarà buono

avrei voluto parlare con lui
ma non parlo come lui

Palco dondolante

Quanto tempo è passato
dall’ultima data che abbiamo suonato?
nessun posto per suonare nessun palco stabile
guidando lungo l’autostrada
con il camion pieno di roba
tutti sanno che suonare è una bella cosa
ma nessuno sa quando questo lavoro non è ripagato

Sarà un altro palco dondolante
dovrebbe essere un’altra cosa a vibrare
non sarai mai giovane abbastanza
e non sarai mai vecchio abbastanza
per dire la cosa giusta nel mondo

in piedi nell’ angolo
senza alcuna luce
non c’è l’amante di nessuno
non possiamo lottare stanotte
la tua ragazza ti ha sbattuto il telefono in faccia
portiamo un carico pesante
e questo è vergognoso
il prezzo che paghiamo per quel palco è alto
ma non voglio andarmene
non voglio restare

Sarà un altro palco dondolante
dovrebbe essere un’altra cosa a vibrare
non sarai mai giovane abbastanza
e non sarai mai vecchio abbastanza
per dire la cosa giusta nel mondo

L’ultimo Natale

Credevo che non avrei più visto
queste luci di città
pensavo che le avrei viste con te
anima mia
ogni volta che abbiamo divorato
i mesi con fantasia
comprato i regali in negozi
che non esistono
scritto biglietti d’auguri su un vetro umido

Il telefono brucia le mie orecchie
e la tua voce è così lontana
il tempo è stato un baro senza arte
il tempo è un illusione con bagaglio
e abbiamo creduto insieme
perchè il tempo era nostro
ti vedo in questo momento
e tu non sai
ti amo in questo momento
e tu non sai

Sarà l’ultimo natale
e tu non sai
Sarà l’ultimo natale

Dove sono i nostri nastri
le nostre luci
la nostra neve
dov’è il freddo
la forza e la musica

C’è solo un guanto a terra
perso in questo dicembre

ti regalo questa canzone per ogni volta che ho detto
Sarà l’ultimo natale
Sarà l’ultimo natale

perchè sta nevicando adesso
perchè ti amo adesso
anima mia

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
Facebook
Facebook
Google+
http://www.theregal.it/wordpress/video/
TWITTER
YouTube
WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien